Chi è online

 34 visitatori online
Incontro con l'autore: Michele Ruggiero Stampa E-mail


ruggiero
INCONTRO CON L'AUTORE

Giovedì 16 Dicembre 2010, ore 21.00

PIEMONTE

LA STORIA A TAVOLA
Le vicende dell'alimentazione



Per gli appassionati di ricerca storica, il nome di Michele Ruggiero rappresenta una assoluta garanzia. In questi ultimi mesi, la sua presenza come relatore sul territorio piemontese, con una particolare predilezione per i comuni della Valle di Susa e di Rivoli, è stata molto frequente: il suo ultimo libro, dal titolo "Piemonte - La storia a Tavola", pubblicato da "La Bela Gigogin", ha raccolto moltissimi consensi. Libro dopo libro, Michele Ruggiero, per anni amatissimo insegnante di lettere del "Galileo Galilei" di Avigliana, ora in pensione, è arrivato al cospicuo numero di venticinque.

Con questo libro, l'autore ci introduce nei gusti e nei sapori di una cucina in cui sonoruggiero-libro presenti influenze saracene, arabe, franche e longobarde: uno scorrere in modo spigliato tra le vicende del Piemonte. Descrivendo le mense dei ricchi e le tavole dei poveri, la cucina aristocratica e quella umile, si scopre la storia di un popolo: l’alimentazione è lo specchio di una civiltà, significa commerci e mercati, usi e costumi, condizioni di vita e di salute. Sul filo di una documentata ricerca, partendo da un’ottica dal basso, il percorso tra la cucina subalpina individua le origini della tofèja canavesana, dei bujì come del fritto misto, ma anche dei formaggi, gli antichi sapori della
montagna, dei dolci e dei vini.

Il libro non è un trattato di gastronomia né tanto meno un ricettario in quanto, come riporta l’autore «...non è una grande impresa raccogliere e catalogare le ricette della nonna, della zia monaca, della cugina paesanotta, anche della bellona della porta accanto.
Con il computer, con il copia-incolla senza discernimento, si possono fare miracoli e altrettante nefandezze». D’altra parte le buone "cusinere" non ricorrevano ai ricettari bensì all’insegnamento delle antenate, “la tradizione orale applicata ai fornelli”.

INGRESSO LIBERO, VI ASPETTIAMO NUMEROSI !

 
TDoR 2010 la vera storia di una "Giornata" rivolese Stampa E-mail

Sotto un'insistente e fastidiosa pioggia autunnale, sabato 20 novembre  si è svolto in via Piol il tdor004dodicesimo TDoR, Transgender Day of Remembrance, organizzato dalla nostra associazione unitamente al Coordinamento Torino Pride e al Circolo Maurice di Torino.

Accompagnati dalla musica e dal canto - a volte struggente -   degli amici  Maurizio e Marcella , sono stati letti, a turno dai presenti,  i "necrologi" delle 28 persone transgender uccise nello scorso anno in ogni parte del mondo. Sagome stilizzate di corpi stesi e candele accese sottolineavano la drammaticità del momento rievocativo, in una sorta di Spoon River .

Su "La Stampa" dello stesso giorno  era stato pubblicato tdor006questo necrologio : "1998-2010  - Oggi ricordiamo Rita Hester e tutte le persone transessuali vittime di crimini di odio. Lottando per un mondo più accogliente. Coordinamento Torino Pride".


Il martirio di Rita Hester dette origine appunto al TDoR .

Il pubblico, che frettolosamente percorreva la via sotto una pioggia insistente, è stato incuriosito prima, stupito per l'originalità del messaggio poi,  ma mai ostile. Ciò può essere interpretato come buon viatico per il futuro, forse i cittadini sono davvero migliori di chi li rappresenta.

tdor009Devo registrare a questo proposito l'assenza assoluta e il silenzio assordante  della politica rivolese; nessun amministratore, consigliere di maggioranza e opposizione od esponente di partito era presente,  neppure di sfuggita. Si intravedeva qualcuno di questi curiosare in lontananza -a debita distanza per evitare contaminazioni .

Particolarmente notata l'assenza della parte cosiddetta "progressista" dello schieramento. Una sorta di conventio ad  excludendum,  determinata forse dall'ansia di compiacere Oltretevere, e soprattutto i bigotti locali di ogni religione.

Alla fine della manifestazione  tuttl si sono ritrovati presso la sede de "La Meridiana" in via Felisio, per un brindisi auspicante un mondo più civile.

Questa la cronaca di una giornata particolare

Carlo Zorzi

 
A Rivoli, tutti insieme il 20 novembre con la Meridiana Stampa E-mail


GIORNATA INTERNAZIONALE PER LE VITTIME
TRANSESSUALI
TRANSGENDER

Apri la locandina nazionale

trans-logoIn decine di città, in tutto il mondo, il sabato 20 novembre si celebra il Transgender Day of Remembrance, il TdoR, che dal 1999 commemora le vittime dell´odio transfobico. L´omicidio di Rita Hester nel 1998, nel cui nome si celebrò a San Francisco il primo Candle Light, resta un caso insoluto, come centinaia di altri delitti commessi contro persone transessuali. E spesso ciò accade perché all´odio che ha armato la mano che ha ucciso si unisce il pregiudizio transfobico, che ha pesato sulla vita, così come sulla morte.
Il Coordinamento Torino Pride quest´anno ha deciso di commemorare questa data con un candle-light accompagnato da musica e da letture nel centro storico di Rivoli, cittadina della prima cintura torinese sabato 20 Novembre dalle ore 17. Una scelta nata dalla collaborazione con l'associazionismo laico - in questo caso l'associazione La Meridiana - che da anni ci affianca, affermando nel concreto che i diritti delle persone transessuali sono diritti umani universali. Una scelta che richiama la realtà di migliaia di persone transessuali e transgender che spesso fuori dalle grandi città più faticano a fare rete ed a conquistare visibilità nel rispetto e nella possibilità di fare rete con tra soggetti e attraverso l'associazionismo.

Continua l'articolo e leggi il programma
 
Incontro con la cultura della salute, in due serate Stampa E-mail
guarda la locandina con il programma
 
Altri Articoli...
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 8 di 20

Libertà di espressione!

charlie

Una ricerca tutta rivolese

"DUE GIUSTI RITROVATI: Vincenzo Barale e Vittorio Cavasin” a cura di Carlo Zorzi e Mario Jona. NEOS Edizioni Storia 2016. . Acquistabile in libreria, oppure scrivendo a [la_meridiana@yahoo.it] oppure telefonando al n. 339.136.58.68
Banner
Il libro è la storia, raccontata dagli stessi autori, dell'impegno per far ottenere il riconoscimento ufficiale di "Giusti fra le Nazioni" da parte della Corte Suprema d'Israele ai religiosi cattolici Mons. Barale e don Cavasin per la loro opera non priva di rischi personali, nel periodo oscuro dell'occupazione nazista.

La prima repubblica

Carlo Zorzi "Rivoli giacobina" NEOS Edizioni Storia 2013. In libreria. info@neosedizioni.it tel. e fax 011 9576450
Banner
L'autore indaga sul decennio post-rivoluzionario dal 1789 al 1799 in Piemonte e, specificamente, a Rivoli Torinese, raccontandoci come, anche in una piccola città, in alcuni momenti della storia, si possano sviluppare fermenti culturali e di progresso, ed esperienze politiche nuove. Il saggio è arricchito da documenti, mai pubblicati, tratti dall'Archivio storico di Rivoli.

Dona il 5xmille

Anche quest'anno è possibile indicare allo Stato di destinare il CINQUE PER MILLE dell'imposta sul reddito all'Associazione Culturale La Meridiana.
Banner
Non ti costa niente e puoi aiutarci ad organizzare iniziative e manifestazioni sempre più importanti per difendere la cultura e le tradizioni rivolesi. Basta indicare il nostro Codice Fiscale nell'apposito spazio del modello CUD, del Mod.730 o Modello Unico (Sostegno delle organizzazione non lucrative di utilità sociale).

Ciao Eluana

Per la libertà di scelta
Banner
home search