Chi è online

 12 visitatori online
La Luna Storta
Chi ama brucia? Stampa E-mail

Ricordate la pubblicità dei biscottini novaresi di una trentina d'anni orsono? Il messaggio pubblitario si riferiva simpaticamente alle calorie da smaltire per restare in linea. Quello che segue invece ci porta in altro piano di valutazione, orribile e orribilmente attuale.

"Tu bruciata perchè lui ti ama troppo" .  Non per bestiale attitudine criminale di chi cosparge la ex fidanzata di benzina e le dà fuoco ma per amore, capito, per amore . Sentita in una trasmissione televisiva del pomeriggio , seguita da centinaia di migliaia di spettatori. Da non credere. Di licenziamento della conduttrice neanche a parlarne.

scarpette

 
Vogliamo la bomba! Stampa E-mail

bomba

Trattato di messa al bando delle armi nucleari, si dell'ONU di 123 paesi, l'Italia vota no.

E' successo a New York giovedì 27 ottobre. L'interrogativo sorge spontaneo. Perchè c'è tanta voglia di bomba da parte del nostro governo?

 
L'Adolfo sdoganato Stampa E-mail

"Il Giornale", il quotidiano della famiglia Berlusconi mette allegato al numero in edicola oggi, 11 giugno 2016, il "Mein kampt" di Adolf Hitler, il farneticante e sgrammaticato libello intriso di odio e tragicamente premonitore. Una voglia vergognosa di sdoganare il nazismo mascherata da libertà di espressione, che non fa certo onore a quel giornale.

mein_kampf

 
Simboli religiosi nelle istituzioni: la lezione valdese Stampa E-mail

valdesi

 
Un'assenza Stampa E-mail

Mercoledì 27 gennaio , in occasione del “Giorno della Memoria”, l’associazione che ho l’onore di presiedere ha presentato il libro su mons. Vincenzo Barale e don Vittorio Cavasin, riconosciuti “Giusti fra le nazioni” dalla Corte Suprema d’Israele, per aver salvato, rischiando la vita, bambini ebrei durante gli anni terribili dell’occupazione nazi-fascista del Nord Italia.

Qualcuno ricorderà ancora la cerimonia del 19 novembre scorso presso la Sala consigliare di via Capra presenti il Sindaco di Rivoli e il Ministro consigliere dell’Ambasciata israeliana di Roma, che hanno consegnato ai nipoti dei due sacerdoti il Certificato e la Medaglia d’Onore.

La presentazione del libro è stata preceduta dalla scopertura , in via Capra 7, di una targa commemorativa di mons. Barale che lì visse i suoi ultimi anni .

L’attenzione alla memoria storica riveste un ruolo primario tra gli scopi statutari de “La Meridiana” e il completamento di un progetto così articolato che ha comportato due anni di lavoro è per noi motivo di soddisfazione. Conserveremo sempre nel cuore il debito di riconoscenza nei confronti dei tanti che hanno collaborato con l’associazione , tra gli altri don Giuseppe Tuninetti, storico della Diocesi di Torino, Dario Disegni, presidente della Comunità Ebraica di Torino, Bruno Segre, l’indomito combattente che divise con mons. Barale il carcere nella famigerata caserma/prigione di via Asti, i Lions di Rivoli, Host e Castello, sponsor per la pubblicazione del libro.

Resta una piccola annotazione, me la si consenta, quella di non aver avuto la presenza di alcun rappresentante delle parrocchie rivolesi. Penso che i nostri “Giusti” lo avrebbero meritato.

Il presidente de “La meridiana”

Carlo Zorzi

 

_dsc4046

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 1 di 19

Libertà di espressione!

charlie

Dona il 5xmille

Anche quest'anno è possibile indicare allo Stato di destinare il CINQUE PER MILLE dell'imposta sul reddito all'Associazione Culturale La Meridiana.
Banner
Non ti costa niente e puoi aiutarci ad organizzare iniziative e manifestazioni sempre più importanti per difendere la cultura e le tradizioni rivolesi. Basta indicare il nostro Codice Fiscale nell'apposito spazio del modello CUD, del Mod.730 o Modello Unico (Sostegno delle organizzazione non lucrative di utilità sociale).

Ciao Eluana

Per la libertà di scelta
Banner
home search